Matdid: Materiale didattico di italiano per stranieri aggiornato ogni 15 giorni a cura di Roberto Tartaglione e Giulia Grassi - Scudit, Scuola d'Italiano Roma

 
    Roberto Tartaglione

È INSENSATO ANDARE
A ROMA SE...

 

Sette consigli per i fortunati che questa estate verranno a Roma
Diceva un tale: è insensato venire a Roma senza avere la convinzione di tornarci
Esercizi di livello elementare (A1)


LIVELLO ELEMENTARE 1

 

   

INDICI MATDID:    cronologico   |  per argomento   |   per livello   |   analitico

 

 
 

 

 

Sette consigli per i fortunati che questa estate verranno a Roma

1 La colazione

A Roma – come dappertutto – è possibile alloggiare in appartamenti privati, in B&B o in hotel.
Secondo noi è meglio dimenticarsi le “colazioni continentali” (uova, salumi, frutta, formaggio, caffè, aranciata, ecc ecc).
Il nostro consiglio? Trovare un bar vicino a casa, sedersi a un tavolino tutte le mattine (stesso bar e stesso tavolino possibilmente) e prendere cappuccino e cornetto. Probabilmente il barista dopo un paio di giorni sa riconoscervi e viene a parlare con voi come un vecchio amico ("Ciao bella!"). Quel cuore personalizzato sulla schiuma del cappuccino è solo per voi!
Un ottimo modo per cominciare la giornata, no?

2 I trasporti
 

Essere puntuali a Roma è difficile. I mezzi di trasporto non sono pochi,  ma lunedì un po’ di traffico, venerdì un incidente, domenica una Messa del Papa, sabato una dimostrazione, martedì un Capo di Stato in visita ufficiale, mercoledì un guasto sulla linea metro...
Se dovete proprio essere puntuali è sempre meglio partire con molto anticipo.
Ma se fate i turisti... che vi importa?

3 Le visite

Mamma mia quante cose da vedere ci sono a Roma! Non basta una vita per vederle tutte!
Quindi: se è la prima volta che venite in questa città, ok, dovete certo vedere le cose più famose (Colosseo, Vaticano, Fontana di Trevi ecc ecc).
Ma, se potete alternare cose famosissime con cose meno famose e altrettanto belle e importanti (solo per esempio: la Villa dei Quintili sull’Appia antica, Palazzo Valentini in pieno centro, il Rione Monti, il Celio ecc ecc) sicuramente è molto meglio.
E state tranquilli: non riuscirete mai a vedere tutto quello che deve essere visto. Quindi niente stress. La cosa consigliabile è fermarsi spesso a bere un caffè nelle stradine che vi piacciono di più. Si capisce Roma così, molto più che con una visita ai  Musei Vaticani.

4 La carta di credito

Questo strumento del demonio non è molto ben visto in città.
Per le spese “importanti” va bene: ma il nostro consiglio è di tenere sempre in tasca un po’ di cartamoneta.
Lo so, non siete abituati o forse non ricordate più “l’odore dei soldi”.
Ma è bellissimo e Roma vi può dare l'occasione di sviluppare di nuovo il talento del vostro naso!.

5 Come camminare

Che siete stranieri, di solito, si vede subito. Ma se tenete in mano un giornale “popolare” come il Messaggero o Il Corriere dello Sport e camminate nascondendo un po’ lo sguardo estasiato per cose bellissime che vedete... quelli che vogliono vendervi 10 cartoline o un Colosseo in miniatura forse possono essere demotivati dalla vostra sicurezza.

6 A chi chiedere consigli

A chi volete, ma mai ai romani!
Ogni romano ha la “sua” immagine di Roma. Quindi non dice le cose vere e reali, ma solo quello che lui crede. E spesso questo, con la realtà, non ha nessuna relazione.

7  Non dimenticate!

Non dovete poi dimenticare una cosa importante, anzi fondamentale scritta da
Gilbert Keith Chesterton:
E’ insensato andare a Roma se non si è convinti di tornarci

   

Scudit Scuola d'Italiano, Via La Spezia 34, 00182 Roma - Tel +39 06 44362831; Email: mailto:info@scudit.net