FAQ SULLA DIDATTICA

 
 

Il direttore della Scuola, Roberto Tartaglione, risponde alle domande più frequenti che vengono fatte dagli iscritti a proposito dei corsi:
 
LIVELLI 


Quanti livelli ci sono a scuola?
Abbiamo diviso i corsi in 7 livelli: elementare 1 (principianti assoluti), elementare 2 (falsi principianti), intermedio 1, 2 e 3, e poi due livelli avanzati. 
 
I livelli della scuola corrispondono a quelli "europei"? (A1, A2, B1, B2, C1, C2)?
I livelli "europei" costituiscono un punto di riferimento utile: ma naturalmente cerchiamo di valutare le esigenze linguistiche di ogni studente in base alle sue specifiche caratteristiche per ottenere i migliori risultati possibili dalla sua frequenza al corso.


C'è un test prima dell'inizio del corso per stabilire il mio livello?
Naturalmente sì.
 
Come funziona il test?
La funzione del test è soprattutto quella di individuare la classe giusta in cui far seguire il corso allo studente: per questo i nuovi arrivati fanno una prova scritta e una conversazione con me. A volte bastano pochi minuti per capire qual è il gruppo più opportuno in cui inserire gli iscritti, qualche volta il tutto può essere un po' più laborioso. 
 
Se dopo essere stato assegnato a una certa classe ho l'impressione che il mio livello sia diverso da quello degli altri studenti, posso cambiare classe?
Può succedere, anche se il caso non è frequente, che il risultato della prova, per qualche motivo, non mi abbia dato l'indicazione giusta e che quindi io inserisca un iscritto in una classe non adatta.  Nessun problema: il primo ad accorgersi di questo errore sarà l'insegnante stesso che mi sottoporrà subito la questione. Comunque non ho difficoltà a ripetere un test o a cambiare classe a uno studente che si trovi a disagio. 
 
 
 
INSEGNANTI

Come comunicherò con l'insegnante se lui non parla la mia lingua?
Questo è il nostro mestiere: abbiamo insegnato l'italiano a migliaia di studenti dei quali non conoscevamo la lingua madre. Problemi di tipo didattico possono sorgere in qualunque momento, ma quello della non-conoscenza della lingua degli studenti è assolutamente un falso-problema.
 
Quali sono le qualifiche degli insegnanti?
La misurazione della "qualità" di un insegnante non è cosa semplicissima. Posso dire che tutti i nostri insegnanti sono laureati in materie umanistiche e hanno completato la loro formazione qui a scuola, seguiti da me direttamente per un lungo periodo. Ma dire questo non renderebbe loro giustizia giacché ne abbiamo formati tanti e collaborano con noi in pochi: i migliori.


Il corso a cui mi sono iscritto avrà un solo insegnante o le ore saranno divise fra più insegnanti?
L'insegnante che segue le classi di norma è uno solo per almeno due settimane. Dopo due settimane può essere sostituito da un altro insegnante o continuare le lezioni con lo stesso gruppo.

 
 
 
IL CORSO
 
Posso iscrivermi a un corso iniziando in una data diversa da quelle segnalate sul calendario dei corsi?
Per i corsi di livello elementare 1 è assolutamente impossibile: pochi giorni di lezione creano un dislivello linguistico difficilmente colmabile. Per i corsi non elementari è talvolta possibile essere inseriti in una classe già avviata. Per questi problemi è però necessario contattare la segreteria.
 
Quante persone ci sono in una classe?
Da un minimo di 2 (possibile nella bassa stagione) a un massimo di 12 (possibile in luglio). Mediamente nelle classi ci sono 7 persone.
 
Qual è l'età media degli studenti?
A scuola ci sono persone di tutte le età: nei periodi di vacanza scolastica e universitaria c'è una maggior percentuale di giovani, in periodi diversi può esserci una maggiore percentuale di persone di una certa età. Dipende dal periodo, dalla classe e soprattutto ...dal caso. 
 
Se mi iscrivo a un corso di lingua per un mese e poi decido di continuare, posso farlo o dovrò ripetere il programma già svolto nel primo mese?
Naturalmente ogni corso a cui ci si iscrive è di grado più elevato del precedente
 
Se mi iscrivo a un certo tipo di corso (per esempio intensivo) e poi decido di passare a un corso diverso (per esempio estensivo), posso farlo senza perdere la quota versata?
Nessuna difficoltà, compatibilmente con la disponibilità di classi e di livelli negli altri corsi. La quota versata va a coprire i costi del nuovo corso scelto.
 
Mi sono iscritto a un corso intensivo di quattro settimane. Avrò lo stesso insegnante e gli stessi compagni di classe per tutto il periodo?
Non necessariamente: dopo 2 settimane è possibile che la classe venga ri-formata in base ai risultati ottenuti nelle prime 40 ore di lezione. In pratica un ciclo di 4 settimane è diviso in due fasi di apprendimento di due settimane ciascuna. 
 
Posso fare una lezione di prova?
Sì, anzi, siamo ben lieti di dare questa possibilità a quelli che ce lo chiedono.
 
 

 
DIDATTICA 

Nei corsi si fa grammatica?
Sì. Ma parliamo di una "grammatica didattizzata", una serie di suggerimenti per cui è più facile essere corretti nella comunicazione. Insomma, la grammatica è uno strumento e non un fine. E difficilmente riteniamo che i nostri studenti facciano errori perché "non hanno studiato la grammatica" (comodo alibi per gli insegnanti disattenti): gli errori dipendono da un'infinità di motivi diversi e la conoscenza di un sistema grammaticale può aiutare proprio a rendere meno insidiosi quei motivi. Il discorso è complesso e non si risolve in poche righe.
 
Nei corsi si fa conversazione?
Continuamente
 
Quanto tempo è dedicato alla grammatica e quanto alla conversazione?
Non c'è differenza fra le due cose: l'obbiettivo del corso è arrivare a comunicare in modo corretto. Per farlo bisogna parlare molto e trovare il sistema per evitare gli errori. 
 
L'approccio didattico della scuola è un "approccio comunicativo"?
Fermo restando che l'approccio comunicativo ha gettato basi teoriche importanti e addirittura irrinunciabili per quanto riguarda la didattica delle lingue straniere e pur accettando gran parte di tali presupposti, non possiamo dire che dal punto di vista pratico seguiamo un'impostazione di tipo comunicativista rigoroso.
 
Che metodologia seguono gli insegnanti della scuola?
Non ci piace l'idea di dover "battezzare" il nostro impianto didattico con un nome: cerchiamo di adattarci a modi e ritmi di apprendimento dei vari studenti seguendo strategie diverse caso per caso. Ci piacerebbe definire il nostro sistema come "approccio culturale" che forse ha qualche relazione con quell'"approccio umanistico-affettivo" di cui parlano in particolare i linguisti dell'Università di Venezia.
 
Che manuale si usa a scuola?
Assolutamente nessuno. Tutti gli insegnanti sono ben organizzati per utilizzare il sussidio didattico giusto al momento giusto e  con gli studenti giusti. Un manuale rallenterebbe solo il piano didattico programmato per i vari gruppi di studio.
  
 
 
TIPI DI CORSO

Voglio migliorare nella mia capacità di scrittura. Che tipo di corso è più adatto?

Se l'esigenza di apprendimento è specificamente mirata a un aspetto particolare della lingua, per esempio la lingua scritta, allora è molto meglio seguire un ciclo di lezioni individuali.

A chi è consigliabile il corso individuale?
A quelli che hanno interesse a approfondire un aspetto particolare della lingua (lingua scritta, linguaggi settoriali, fonetica ecc.) o anche a chi ha una competenza linguistica molto "sbilanciata": persone ad esempio con ottima comprensione, sufficiente capacità espressiva ma correttezza bassissima (è il caso di molti stranieri residenti in Italia da anni ma che hanno appreso la lingua "per strada" senza mai dare sufficiente attenzione alla dimensione formale). Naturalmente poi le lezioni individuali sono indicate per tutti quelli che vogliono il massimo risultato nel minor tempo possibile.
 

Il corso individuale costa molto di più del corso di gruppo?
Un'ora/lezione individuale costa tre o quattro volte un'ora/lezione in gruppo. Considerando però che un gruppo di studio è mediamente di 7 persone si può perfino dire che un corso individuale è più economico (anche se non è il tipo di corso adatto a tutti gli studenti)
 
Il corso intensivo, 4 ore/lezione al giorno, non è un po' stressante?
No. Gli insegnanti sono ben rodati a gestire le quattro ore/lezione e gli studenti non ne escono stressati. Provare per credere.
 
Starò a Roma solo per 2 settimane: posso iscrivermi a un corso estensivo di due lezioni a settimana?
No. L'iscrizione minima a un corso estensivo è per 4 settimane (due lezioni a settimana per due settimane e in gruppo non darebbero nessun risultato apprezzabile). Per periodi brevi è possibile seguire corsi intensivi, superintensivi o individuali.

Vorrei iscrivermi a un corso di lingua ma non so cosa scegliere fra lezioni di tipo intensivo, estensivo o individuale
La cosa migliore è venire a scuola a fare un test e fare due chiacchiere con me: insieme troveremo il tipo di corso più adatto alle sue esigenze, ai suoi ritmi, alle sue caratteristiche. Non è necessario scegliere prima.
 
È possibile, nel caso di lezioni individuali o per piccoli gruppi, avere l'insegnante a casa o sul posto di lavoro?
È possibile pagando una trasferta all'insegnante, proporzionale al tempo necessario per raggiungere la sede stabilita per le lezioni.
 
Per il pagamento...
Per le questioni amministrative conviene guardare la pagina di informazioni sull'iscrizione.